I bianconeri partono 1-0 ma si fanno recuperare dalla classe di Gasparini & C.. Baldovin: “peccato, poco lucidi nei momenti decisivi”  Tonazzo Padova – Calzedonia Verona 1-3(25-23; 15-25; 23-25; 21-25) Tonazzo Padova: Mattei 4, Orduna 5, Giannotti 6, Rosso 11, Aguillard 7, Quiroga 9, Balaso (L); Gozzo, Volpato 3, Milan 7. Non entrati: Vianello, Beccaro. Coach: Valerio Baldovin.Calzedonia Verona: Zingel 10, Coscione 2, Gasparini 22, Deroo 15, Sander 16, Anzani 13, Pesaresi (L); White 1. Non entrati: Gitto, Blasi, Centomo, Bellei, Borgogno. Coach: Andrea Giani.Arbitri: Vagni-Santi.Durata: 29’, 21’, 30’, 27’. Tot. 1h 47’Spettatori: 2.913.Incasso: 9.222 Euro.MVP: Mitja Gasparini (Calzedonia Verona).NOTE. Servizio: Padova errori 10, ace 7; Verona errori 18, ace 7. Muro: Padova 7, Verona 16. Ricezione: Padova 41%, Verona 61%. Attacco: Padova 38%, Verona 46%.  Grande entusiasmo al PalaFabris prima dell’inizio del derby veneto, con Andrea Garghella premiato per le 400 presenze in bianconero e Manuel Coscione per le 400 partite in serie A. Il match inizia in un clima di festa, con le voci del Moviechorus Teen ad intrattenere i 2.913 spettatori presenti.Ottimo avvio di primo set per i padroni di casa che, grazie agli ace di Mattei e Giannotti, portano il punteggio sul 6-2. Il primo time out discrezionale arriva da parte di coach Giani sull’8-3 dopo il pallonetto vincente di Rosso. Verona è paziente a ricucire il distacco grazie ad un muro molto attento, ma al time out tecnico la Tonazzo è avanti 12-9. Gasparini picchia duro al servizio e il suo 15-13 costringe coach Baldovin a chiamare il suo primo time out a disposizione. Il sorpasso arriva sul 16-17 con Gasparini che schiaccia a terra facendo esultare i 300 tifosi giunti da Verona. Due errori consecutivi degli scaligeri ribaltano nuovamente il punteggio che porta il match sul 21-18. A chiudere è la Tonazzo che sfrutta il servizio out di Gasparini per il 25-23.Decisamente diverso l’inizio del secondo set per la Calzedonia, che con Deroo al servizio permette ai suoi di accompagnare la squadra verso il 6-9 con Baldovin a chiedere pausa di gioco. Al time out tecnico gli ospiti sono avanti dopo il servizio sulla rete di Giannotti per il provvisorio 8-12. E’ un vero e proprio black out in casa bianconera, con Volpato e Milan a rilevare Mattei e Giannotti sull’11-20. E’ solo questione di minuti: Gasparini prende per mano i suoi e li trascina verso il 15-25 che riporta tutto in parità.Si torna in campo e questa volta Padova (con Volpato in campo per Mattei) parte in maniera diversa, staccando 6-2 dopo le belle giocate di Quiroga e l’errore in attacco di Gasparini. La Calzedonia accusa il colpo e sul 10-6 coach Giani corre ai ripari. Il muro dei veronesi è nettamente più attivo di Padova, ma al time out tecnico il distacco è minimo: 12-10. Il calo di Giannotti costringe coach Baldovin a cambiare l’opposto sul 13-14 inserendo Milan al suo posto. La Tonazzo è brava a crederci e l’ace di Orduna porta il punteggio sul 20-17 con coach Giani a giocarsi il suo ultimo time out a disposizione. A differenza del primo set, questa volta la Calzedonia è brava recuperare lo svantaggio e a ribaltare la situazione chiudendo 23-25.Il quarto set inizia con Milan ancora in campo nelle file di Padova. Si gioca palla su palla e al time out tecnico Padova è avanti 12-11 dopo il servizio sulla rete di Anzani. Padova vola sul 17-12 grazie ai muri di Volpato, ma qualche imprecisione in attacco costringe a correre ai ripari sul 17-15. Padova accusa un po’ di stanchezza con Mattei e Garghella che rilevano Aguillard e Rosso. Sul 21-23 coach Baldovin chiama time out. Si torna in campo ma Verona è brava a chiudere 21-25 portando a casa tre punti pieni. VIDEO CHECK 1° SET(1-1) servizio Sander. Video check richiesto da Calzedonia Verona per verifica in/out. Decisione arbitrale confermata: 2-1. 2° SET(7-10) muro Anzani. Video check richiesto da Calzedonia Verona per verifica in/out. Decisione arbitrale invertita: 7-11. 4° SET(9-10) muro Milan. Video check richiesto da Tonazzo Padova per verifica in/out. Decisione arbitrale invertita: 10-10.(14-12) attacco out Sander. Video check richiesto da Calzedonia Verona per verifica invasione a rete. Decisione arbitrale confermata: 15-12.(21-24) attacco Anzani. Video check richiesto da Calzedonia Verona per verifica in/out. Decisione arbitrale invertita: 22-25. Valerio Baldovin (coach Tonazzo Padova): “Abbiamo combattuto come sempre, ma purtroppo siamo mancati in ricezione e in lucidità. E’ un peccato, perché un punto lo avremmo potuto raccogliere tranquillamente. E’ vero, abbiamo subito la loro predominanza a muro, ma penso che a fare la differenza sia stato il loro servizio, che ci ha costretto a giocare spesso con palla lontana dalla rete”.Manuel Coscione (coach Calzedonia Verona): “E’ stata una partita giocata male da parte nostra, commettendo tanti errori che di solito non facciamo. Oggi era importante uscire da qui a bottino pieno e, sfruttando anche qualche loro imprecisione, siamo stati bravi a crederci e a chiudere nei momenti decisivi”. Alberto SanaviaUfficio Stampa Tonazzo Padovapallavolopadova.com