Masiera Day a Schio: il test amichevole con i Campioni della Diatec termina 3-1 a loro favore. Polo sempre più una certezza, show di Cirovic al servizio. Baldovin: «buoni segnali in vista dell’inizio delle gare ufficiali»

 

Kioene Padova – Diatec Trentino 1-3
(17-25, 25-20, 23-25, 25-27)

Kioene Padova: Polo 12, Nelli 8, Peslac 4, Cirovic 8, Volpato 6, Randazzo 6, Balaso (L); Koprivica, Sperandio, Gozzo, Premovic 6. Non entrati: Veronese, Yoder, Scanferla (L). Coach: Valerio Baldovin.
Diatec Trentino: Kovacevic 24, Vettori 7, Giannelli 3, Lanza 6, Zingel 5, Carbonera 9, De Pandis (L); Kozamernik 7, Cavuto 3, Teppan 7, Partenio 1, Chiappa (L). Coach: Angelo Lorenzetti.
Durata: 22’, 29’, 27’, 27’. Tot. 1h 45’
Arbitri: Giardini – Traversa.
NOTE. Servizio: Padova errori 17, ace 8; Trento errori 30, ace 12. Muro: Padova 12, Trento 11. Ricezione: Padova 30% (17% prf), Trento 42% (22% prf). Attacco: Padova 39%, Trento 61%.

 

Una sconfitta per 3-1 è sempre una sconfitta. Ma questa volta le classiche “attenuanti” si trasformano in segnali positivi per il prossimo futuro. In occasione del Masiera Day svoltosi ieri sera al Pala Romare di Schio (VI), la Kioene Padova ha affrontato Trento, quella Diatec che dovrà lottare per lo scudetto puntando su uomini del calibro di Giannelli, Lanza, Vettori e Kovacevic, giusto per segnalare quattro nomi a caso. Ieri sera in campo c’erano tutti e alla fine lo schiacciatore serbo ex Modena ha trascinato i suoi alla vittoria grazie ai 24 punti personali (5 ace, 2 muri e 63% in attacco), con 27 degli 80 attacchi di squadra rivolti a lui.
«Quando giochi contro squadre così forti – dice coach Baldovin – l’efficienza in battuta e ricezione sono ancora più determinanti. Non a caso il secondo set è stato vinto da noi, perché Cirovic ha fatto del suo meglio al servizio. Nel terzo e quarto parziale c’è stata davvero una bella lotta, motivo per cui penso che questi siano segnali incoraggianti in vista dell’inizio delle gare ufficiali, la prima delle quali già mercoledì prossimo contro Castellana Grotte».
Con Travica tenuto ancora a riposo (sta recuperando da un affaticamento muscolare al quadricipite femorale della gamba sinistra) per poterlo avere a disposizione per le gare che conteranno, coach Baldovin ha dovuto rinunciare anche al secondo libero Bassanello (lussazione alla spalla destra) oltre all’utilizzo oculato di Gozzo, anche lui al rientro da infortunio. Numeri alla mano, dalla sfida contro Trento è emerso ancora una volta che il centrale Alberto Polo continua ad essere una piacevole conferma, dato che ha realizzato 12 punti con 4 muri vincenti e 78% di positività in attacco. Bene anche Volpato, rientrato in campo dopo l’attacco influenzale dei giorni scorsi e capace anch’egli di piazzare a terra 4 muti importanti. Meno bene la positività in attacco dei martelli (il solo Randazzo è arrivato a quota 30%) con Cirovic in grado però di realizzare 5 ace. Qualche difficoltà in attacco per l’ex di turno Gabriele Nelli, che in tre set ha realizzato 8 punti con il 24% in attacco (2 muri). Nell’ultimo parziale il secondo opposto Premovic ha ben figurato con 6 punti 60% in attacco.
MARTEDI’ IN COMUNE, MERCOLEDI’ COPPA. Alle ore 11.00 di martedì 3 ottobre, la Kioene Padova sarà ricevuta dal sindaco di Padova Sergio Giordani a Palazzo Moroni. In quell’occasione verrà presentata la divisa da gioco ufficiale della Kioene Padova 2017/18, divisa che farà il suo “esordio” mercoledì 4 ottobre alle ore 20.30 alla Kioene Arena in occasione della sfida contro la BCC Castellana Grotte valida per i 16° della Del Monte Coppa Italia Superlega.

 

Alberto Sanavia
Ufficio stampa Kioene Padova
www.pallavolopadova.com