I bianconeri sotto per 1-0, nel 4° set rimontano dal 14-21 al 25-23. Baldovin: «solo se giochiamo bene possiamo dar filo da torcere a chiunque»  Tonazzo Padova – B-Chem Potenza Picena 3-1(17-25; 25-20; 25-23; 25-23) Tonazzo Padova: Vedovotto 21, Orduna 1, Giannotti 20, Rosso 18, Volpato 5, Paoli 2, Balaso (L); Mattei 4, Garghella, Groppi. Non entrati: Casaro, Gozzo. Coach: Valerio Baldovin.B-Chem Potenza Picena: Pinelli 1, Tobaldi 10, Moretti 24, Zamagni 7, Zampetti 2, Lipparini 6, Romiti (L); Miscio, Bolla 4. Non entrati: De Leo, Caciorgna, Berni. Coach: Gianluca Graziosi.Arbitri: Zingaro-Canessa.Durata: 22’, 26’, 30’, 31’. Tot. 1h 49’.Spettatori: 2.737.Incasso:  5.960 euro. Sfida casalinga di grande pathos al PalaFabris tra i bianconeri e Potenza Picena, squadra in netta crescita. Padova schiera Orduna al palleggio, Rosso e Vedovotto in banda, la coppia Volpato-Paoli al centro, Giannotti opposto, Balaso libero.Grazie a due errori al servizio dei padroni di casa, gli ospiti si portano subito avanti 2-4. L’ex Moretti porta a +4 il vantaggio e sul 5-9 coach Baldovin chiama i suoi in panca, molto fallosi in questa prima fase di gioco. Con l’errore d’intesa tra Orduna e Volpato, si va al time out tecnico sull’8-12. Padova fatica a trovare lucidità nel gioco e il muro di Zampetti che vale il 14-19 costringe coach Baldovin a riparare nuovamente in time out. La Tonazzo è completamente il palla e il primo set point lo trova Moretti sul 17-24. E’ lo stesso opposto della B-Chem a chiudere sull’azione successiva.Difficile anche l’avvio di secondo set, con i patavino sotto per 2-4 dopo un altro muro vincente di Potenza Picena. Il punto della parità arriva col primo tempo di Volpato (7-7) e il successivo pallonetto di Giannotti vale il primo vantaggio dei bianconeri. L’ace del 9-7 di Vedovotto costringe questa volta coach graziosi a chiamare il suo primo time out del match. Improvvisamente in casa patavina comincia a funzionare tutto: il muro di Mattei e il colpo vincente di Rosso portano il punteggio sul 12-8. Con Mattei in campo i bianconeri trovano maggiore sicurezza a muro (14-10) ma con Zamagni al servizio gli ospiti rosicchiano punto su punto (15-14). I bianconeri tornano a sentire il fiato sul collo della B-Chem e sul 17-16 giunge il time out di Baldovin. Giannotti e Rosso prendono per mano la squadra, con il muro dell’opposto patavino che vale il 23-18. A chiudere ci pensa Vedovotto con la diagonale del 25-20.Intenso l’inizio del terzo set, con Vedovotto tra i più attivi in casa bianconera e con Giannotti capace di firmare il punto del 6-5 dopo la grande difesa di Balaso sull’attacco di Moretti. L’ace del 7-5 di Vedovotto costringe coach Graziosi a chiamare pausa. Al ritorno in campo la B-Chem ritrova la spinta offensiva necessaria con Moretti che porta i suoi in vantaggio (9-11). Si va al time out tecnico sul 10-12. E’ un tira e molla, perché al ritorno in campo Padova si riprende il vantaggio (13-12) grazie al muro di Volpato e ai colpi di Giannotti e Vedovotto. Orduna si affida molto allo schiacciatore veneziano ed è lui a permettere alla Tonazzo di rimanere di poco avanti (22-20). Il set ball è firmato da Rosso (24-22)  a con Bolla in campo gli ospiti non mollano. A chiudere è l’errore di Moretti: 25-23.Spinge con Moretti la B-Chem Potenza Picena in avvio di quarto set, capce di portarsi subito sul 3-5. Sul seguente ace di bolla in salto flottante, coach Baldovin richiama tutti all’ordine. La Tonazzo sbaglia molto e gli avversari ne approfittano (4-8). Orduna si affida al capitano Rosso, che rosicchia qualche punto (7-9) con coach Graziosi a fermare il gioco per interrompere il break positivo bianconero. Mossa giusta, perché permette poi a Bolla & C. di andare al time out tecnico avanti 8-14. Il nervosismo sale in casa Tonazzo e l’ammonizione sull’11-16 per proteste a Rosso (momentaneamente in panchina) rende la situazione più difficile. Sul 13-18 coach Baldovin chiama ancora time out, ma la B-Chem può solo che gestire il vantaggio consistente. Sul 14-21, quando tutto sembra perduto, va al servizio Orduna e vi rimane fino al 19-21. La tonazzo sente di potercela fare e il colpo arriva: il muro del neo entrato Paoli porta la partita sul 23-22. Da lì la Tonazzo trova l’energia giusta per chiudere un set esaltante 25-23 con Rosso e Vedovotto sugli scudi. Valerio Baldovin (coach Tonazzo Padova): «Vittoria di carattere, anche questa volta non abbiamo mollato. Abbiamo perso malamente il primo set, sbagliando molto al servizio e avvantaggiando i nostri avversari che hanno giocato un buon match. Se giochiamo bene sappiamo di poter dare filo da torcere a chiunque, perché in questo campionato non ci si può permettere di abbassare la guardia. Non guardiamo la classifica e pensiamo al nostro gioco».Filippo Vedovotto (Tonazzo Padova): «E’ stato un match difficile, nel quale siamo partiti con difficoltà. Oggi era la mia centesima partita in Regular Season e se devo dedicarla a qualcuno lo faccio ai miei compagni, perché siamo stati capaci di una straordinaria rimonta davanti ad un grande pubblico». Alberto SanaviaUfficio Stampa Tonazzo Padovapallavolopadova.com