Presentata la Kioene Padova a Villa Tacchi, oltre 200 i partecipanti. Presentazione in musica per i bianconeri, con l’arte di Giovanna Lubian e l’intervento di Louati

 

 

Si apre il sipario sulla stagione 2018/19. La Kioene Padova al gran completo si è presentata nella cornice di Villa Tacchi a Villalta di Gazzo Padovano davanti a 220 partecipanti tra soci e sponsor della Società bianconera. Una presentazione caratterizzata dagli splendidi interventi musicali di Giovanna Lubian, seguita dalla cena col tradizionale taglio della torta “griffata” realizzata dalla pasticceria Paccagnella.
LE PAROLE DEI PROTAGONISTI. «La nostra è una Società che cresce in termine di numeri e di qualità – ha detto il presidente Fabio Cremonese – visto che molti soci e sponsor sono con noi da diversi anni a dimostrazione della validità del progetto». L’assessore allo sport del Comune di Padova, Diego Bonavina, ha inoltre espresso un sogno. «Nonostante sia cresciuto sui campi di calcio – ha spiegato – non ho mai perso l’occasione di seguire la pallavolo, una disciplina che mi ha sempre affascinato. L’esperienza dell’amichevole tra l’Italia e la Cina del 2 settembre è stata straordinaria e uno dei miei sogni nel cassetto sarebbe quello di vedere la Nazionale italiana alla Kioene Arena, impegnata però in una gara ufficiale». Il presidente della Fipav Veneto Roberto Maso ha portato i saluti del vice presidente federale Adriano Bilato, sottolineando che «l’aria familiare che si respira a Padova consente a questa Società e al ELW_7881movimento di svolgere un grandissimo lavoro». Cinzia Businaro – presidente del comitato Fipav Padova – ha sottolineato infine l’importanza della collaborazione con la Kioene Padova: «oltre alla prima squadra potete vantare un settore giovanile di qualità che si trasforma in un traino importante per il nostro movimento».
BALDOVIN “BATTE” PRANDI, LOUATI SUONA PER LA PLATEA. Il presentatore della serata, il giornalista Massimo Salmaso (premiato tra l’altro per i suoi 40 anni di attività al seguito della pallavolo), ha sottolineato a coach Valerio Baldovin una curiosità statistica: grazie alle sue sei stagioni consecutive alla guida dei bianconeri, ha battuto il record di Silvano Prandi (5 stagioni). «Lo scopro solo ora – ha detto sorridendo Baldovin – e facendo una battuta posso dire che da quando è partita la Superlega sono l’unico allenatore a essere rimasto sempre sulla stessa panchina. A parte gli scherzi, sono orgoglioso di far parte di questo gruppo. Il nostro si è trasformato in un “brand” che va al di fuori del Veneto e che riguarda non solo l’aspetto tecnico, ma la Società a 360°». Molti gli applausi anche per il nuovo schiacciatore Yacine Louati, protagonista di uno sketch con la tromba che ha entusiasmato i presenti.
RANDAZZO E TRAVICA TRASCINATORI. Tanti applausi per “l’ultimo arrivato” Luigi Randazzo, aggregatosi al gruppo dopo i Mondiali con la Nazionale italiana. «Quest’anno non mi sono mai fermato – spiega – ma sono molto carico per questo inizio. Questa squadra è una vera famiglia. Personalmente amo commentare i miei interventi sui social network con l’espressione “A tutto fuoco”. Per me significa che bisogna sempre rischiare il tutto per tutto, perché grazie a questo atteggiamento i risultati alla fine arrivano. Come squadra dovremo quindi vivere allo stesso modo la prossima stagione. La grinta non manca». Parole importanti anche dal capitano Dragan Travica, che indossa i panni del trascinatore. «Come team possiamo contare su uno zoccolo duro di qualità – ha detto – al quale si sono aggiunti nuovi giocatori che hanno da subito sposato la nostra filosofia. Abbiamo lavorato molto duramente in questo pre campionato e i ragazzi sono fantastici, i migliori compagni di squadra che un capitano possa avere. Vogliamo dare il massimo, divertirci e far divertire. Quindi rivolgo un grande in bocca al lupo a tutti noi».

 
Alberto Sanavia
Ufficio stampa Kioene Padova
www.pallavolopadova.com