Dopo un primo set negativo, Padova recupera ma torna a casa senza punti. Baldovin: «nulla da recriminare». Orduna: «sfiorato il tie break»  Top Volley Latina – Tonazzo Padova 3-1(25-15; 18-25; 25-21; 26-24) Top Volley Latina: Rauwerdink 10, Sottile, Van De Voorde 14, Rossi 1, Starovic 21, Urnaut 20, Manià (L); Skrimov 1, Semenzato. Non entrati: Ferenciac, Pellegrino, Davis. Coach: Gianlorenzo Blengini.Tonazzo Padova: Mattei 6, Orduna 4, Giannotti 20, Rosso 9, Volpato 10, Quiroga 18, Balaso (L); Vianello (L); Garghella 1, Milan 5. Non entrati: Gozzo, Aguillard, Beccaro. Coach: Valerio Baldovin.Arbitri: Longo-Cesare.Durata: 20’, 26’, 28’, 28’. Tot. 1h 42’  Trasferta di Santo Stefano per la Tonazzo Padova, che affronta in trasferta Latina. I ragazzi di coach Blengini sono reduci dalla vittoria per 1-3 contro Treia e possono contare sull’opposto Starovic, attuale miglior marcatore della SuperLega. I bianconeri giungono invece al PalaBianchini dopo la bella vittoria al tie break ottenuta al PalaFabris contro Piacenza nell’ultimo turno di campionato.Avvio di primo set difficile per i bianconeri, che sbagliano diversi palloni in attacco permettendo ai padroni di casa di portarsi sul 6-1. Il muro di Rossi (in campo al posto dell’ex Semenzato) ha la meglio sull’attacco bianconero, con la Top Volley avanti 12-4 al time out tecnico. Sul 14-5 coach Baldovin chiama il suo secondo time out, con la ricezione della Tonazzo in difficoltà. Orduna si affida per lo più all’apporto dei centrali in attacco, ma il divario è troppo ampio e la pipe del neo entrato Skrimov chiude 25-15.Molto più potente il servizio della Tonazzo in avvio di secondo set, con la gara in equilibrio nelle prime battute di gioco e con Quiroga che porta il parziale sul 6-10 grazie ad un ace che costringe Latina al time out. Giannotti manda le squadre al riposo sul 7-12. Al ritorno in campo applausi da parte del pubblico per la lunga azione di gioco messa in piedi dalle due squadre e il buon momento di Quiroga e Giannotti portano il punteggio sull’11 a 17. Coach Blengini inserisce Semenzato per Rossi ma è l’apporto di Urnaut in banda a fare la differenza portando pericolosamente il punteggio sul 17-19, anche se il doppio ace di Orduna ristabilisce il distacco sul 17-22. E’ questa la chiave di volta del set, che Quiroga chiude con la diagonale del 18-25 e assolve al proprio compito.Latina si riscatta subito in avvio di terzo set (Rossi di nuovo in campo), pungendo al servizio e costringendo coach Baldovin a chiedere pausa di gioco sul 6-2. La Tonazzo prova a reagire, ma l’errore al servizio di Giannotti chiude il time out tecnico sul 12-8 con i laziali sempre avanti. Ancora una volta Urnaut accelera nel momento decisivo, avanzando sul 16-10 e con Padova in maggiore difficoltà. Garghella entra per Quiroga al fine di rinforzare la ricezione e Milan per un Rosso falloso in questa fase. Proprio il giovane Milan diventa positivo protagonista di questa fase, mettendo a terra punti importanti che costringono coach Blengini a chiedere time out sul 24-20. Il parziale però si chiude 25-21.Il quarto set passa dal 2-0 al 2-4, con Rosso (nuovamente sul terreno di gioco per Milan) insidioso in battuta. E’ un testa a testa tra Urnaut (tra i migliori in campo) e la Tonazzo, che chiude in minimo vantaggio il time out tecnico per 11-12. Sul muro di Mattei che vale il provvisorio 14-16, coach Blaengini chiede pausa. Al ritorno in campo la classe di Urnaut ha la meglio, tanto da ribaltare il risultato sul 21-19 con conseguente time out di coach Baldovin. Nella mischie viene mandato Garghella e sul 23-23 il match si riapre. Purtroppo l’erroe al servizio di Orduna (linea pestata) e il muro di Urnaut su Giannotti, si chiude il match per 26-24.PROSSIMA SFIDA. I bianconeri scenderanno in al PalaFabris lunedì 29 dicembre alle ore 20.30 contro il Vero Volley Monza, attualmente fanalino di coda della classifica. Il match sarà trasmesso in diretta su Rai Sport 2. Valerio Baldovin (coach Tonazzo Padova): “Sono molto soddisfatto per la gara che hanno fatto i ragazzi e – tranne un paio di episodi – non mi sento di recriminare nulla alla squadra. E’ vero che nel primo set abbiamo subito molto gli attacchi di Latina, ma ancora una volta non ci siamo persi d’animo e abbiamo ripreso in mano la partita. Lunedì affronteremo Monza che è una delle nostre dirette concorrenti. Dovremo mantenere la stessa qualità e ritmo di gioco delle ultime partite, perché di sicuro loro verranno al PalaFabris per cercare la vittoria”. Santiago Orduna (palleggiatore Tonazzo Padova): “Abbiamo sfiorato l’impresa contro una delle squadre più in forma della SuperLega. Oggi Urnaut e Starovic hanno fatto la differenza, ma noi siamo sempre stati attaccati a loro, anche nel quarto set. Se avessimo portato a casa uno o due punti di sicuro non sarebbero stati “rubati”, perché abbiamo comunque giocato bene. Peccato tornare a casa a mani vuote, ma non dobbiamo disperarci e prepararci al meglio per la sfida contro Monza”. Alberto SanaviaUfficio Stampa Tonazzo Padovapallavolopadova.com