Vittoria su Sora trascinati dal capitano Rosso e primato provvisorio in classifica. Coach Baldovin: «ancora presto per guardare la classifica, ma ottima prova dei ragazzi»  Tonazzo Padova – Globo Banca Popolare del Frusinate Sora 3-0(25-22; 25-18; 25-22) Tonazzo Padova:  Mattei 7, Vedovotto 6, Orduna 2, Giannotti 13, Rosso 24, Volpato 4, Balaso (L); Garghella 5, Paoli, Groppi. Non entrati: Gozzo, Casaro. Coach: Valerio Baldovin.Globo Banca Popolare del Frusinate Sora: Fiore 11, Guttmann 4, Daldello 2, Tomassetti 6, Tamburo 8, Salgado 7, Lo Bianco (L); Williamson, Gradi 4, Bonami (L), Ciattadino. Non entrati: Beccaro, Casarin. Coach: Marco Fenoglio.Arbitri: Rolla-Piersanti.Durata: 27’, 25’, 27’. Tot. 1h 19’.Spettatori: 2.118.Incasso: 4.780 Euro. Sfida delicata per la Tonazzo Padova, impegnata quest’oggi contro la corazzata Globo Banca Popolare del Frusinate Sora. I bianconeri ritrovano da avversari due ex bianconeri quali Tamburo e Salgado. La Tonazzo scende in campo con Orduna al palleggio, Rosso e Vedovotto in banda, Mattei e Volpato al centro, Giannotti opposto, Balaso libero.Sono molto attenti i bianconeri nelle prime battute, mentre un errore in attacco di Sora regala il momentanoe 6-3 ai patavini. L’ace dell’8-4 di Giannotti costringe coach Fenoglio a chiamare il primo time out del match. Sora s’impone a muro e recupera velocemente costringendo coach Baldovin ad un time out sul 10-10. A chiudere il time out tecnico è il centrale Mattei, tra i migliori in questa fase di gioco (12-11). L’ace di Mattei scava il solco del 17-12 e il successivo muro di Giannotti porta ancora una volta coach Fenoglio a chiedere pausa di gioco. Spazio a Williamson per Guttmann in casa Sora e questo consente agli ospiti di rifarsi sotto fino al muro vincente del 19-16. Dopo un rischioso tentativo di recupero di Sora, la Tonazzo è brava a chiudere 25-22. Avvio di secondo set al massimo per Padova, che stacca subito 4-0 con grandi difese. Con l’attacco positivo di Giannotti, la Tonazzo vola sul 6-0. Ancora una volta però, Salgado & C. sono bravi a recuperare e a riavvicinarsi 8-6. Guttmann conquista l’8-8 e coach Baldovin inserisce Garghella per Vedovotto. Padova può contare sul buon momento di Giannotti ed è lui a chiudere 12-11 il time out tecnico. Il sorpasso arriva con l’ace di Salgado (14-15) ma nasce da qui un bel testa a testa tra le due formazioni con Rosso molto potente in attacco (20-17). Il doppio ace di Garghella e il muro di Rosso regalano il 25-18 alla Tonazzo Padova.Nel terzo set c’è l’ottimo avvio della squadra di coach Fenoglio che costringe Baldovin al time out sull0 0-4. Padova è costretta a seguire e sul 12-15 c’è ancora un break di gioco dopo il bel servizio vincente di Tamburo. Spinti da un grandissimo Rosso, i bianconeri trovano il 17-17 e l’ace di Volpato che vale il 18-17. Sul 21-18 firmato ancora una volta da Rosso, arriva il time out di Sora. Padova vola sulle ali dell’entusiasmo e chiude 25-22 con tanto di corsa sotto la curva dei tifosi.IN CAMPO CON CHIARA ROSA CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE. Gli atleti oggi sono scesi in campo esibendo uno striscione che recita “No alla violenza sulle donne”. Il primo servizio del match è stato inoltre effettuato dalla campionessa italiana di getto del peso Chiara Rosa.LA GARA SU SPORTELEVISION. La sfida traTonazzo Padova e Globo Banca Popolare del Frusinate Sora si potrà rivedere a partire dalle ore 21.00 di martedì 19 novembre su Sportelevision (canale 193 del digitale terrestre). Valerio Baldovin (coach Tonazzo Padova): «E’ stata una partita giocata molto bene e sono felicissimo per il risultato ottenuto contro una grande squadra come Sora. Oggi mi è piaciuto l’atteggiamento dei nostri ragazzi che non si sono mai persi d’animo, recuperando con grinta nei momenti di difficoltà. Ora ci attende un’altra sfida difficile contro Potenza Picena e speriamo di trovare maggiore continuità anche fuori casa. La classifica? Per ora non ci pensiamo, mancano ancora troppe gare».Hiosvany Salgado (Globo Banca Popolare del Frusinate Sora): «Oggi Padova non ha fatto una partita perfetta, ma noi abbiamo giocato peggio e quindi abbiamo perso. Dispiace per la sconfitta, ma di sicuro non è determinante per il campionato di entrambi. Detto questo, sono stato contento per l’accoglienza del pubblico di Padova che ricordo sempre con grande affetto». Alberto SanaviaUfficio Stampa Tonazzo Padovapallavolopadova.com