I bianconeri vincono il primo set poi si arrendono a Gasparini & C. Il coach Baldovin: «soddisfatto dall’atteggiamento ma dobbiamo avere più continuità»  Calzedonia Verona – Tonazzo Padova 3-1(21-25; 26-24; 25-18; 25-23) Calzedonia Verona: Zingel 11, Ter Horst 20, Coali 5, Gasparini 19, White 11, Boninfante 4, Pesaresi (L); Blasi, Bellei. Non entrati: Gabriele, Centomo (L), Anzani, Gonzales. Coach: Andrea Giani.Tonazzo Padova: Matti 4, Vedovotto 17, Orduna 2, Giannotti 12, Rosso 20, Volpato 4, Balaso (L); Casaro 1, Garghella, Paoli 2, Groppi. Non entrati: Gozzo. Coach: Valerio Baldovin.Durata: 22’, 27’, 23’, 24’. Tot. 1h 36’Spettatori: 500 circa. Una sconfitta che era “prevedibile”. Ieri pomeriggio la Tonazzo Padova ha affrontato in amichevole la Calzedonia Verona. Dopo le vittorie per 3-1 e 3-2 contro gli scaligeri nelle scorse settimane, questa volta sono stati loro a chiudere il match per 3-1 grazie alla presenza dei ritrovati titolari. «Ad una settimana dall’inizio della Regular Season – dice coach Valerio Baldovin – abbiamo affrontato una buona squadra di serie A1. A mio avviso, loro possiedono uno dei migliori reparti attaccanti del campionato e contro di noi lo hanno dimostrato. Nonostante la sconfitta sono però soddisfatto. Abbiamo vinto il primo set e poi abbiamo retto il confronto per tutto il match. Un segnale incoraggiante. Abbiamo lavorato bene in difesa, mentre a muro c’è ancora del lavoro da fare».A sette giorni dalla prima di campionato, cosa la tranquillizza di più e cosa invece la preoccupa maggiormente? «A prescindere dagli aspetti meramente tecnici, quello che mi tranquillizza maggiormente è l’approccio del gruppo al lavoro che svolgiamo in palestra e nelle amichevoli finora disputate. E’ un gruppo che ha voglia di lavorare e di dimostrare le sue qualità. Cosa mi “preoccupa”? Dobbiamo trovare maggiore continuità, perché nella pallavolo moderna basta giocare al di sotto delle proprie potenzialità per pochi minuti per perdere un set. Ma sono fiducioso, stiamo lavorando nella giusta direzione».Avete già studiato Ortona, il primo avversario di campionato?«Premetto che in questa fase della stagione è più importante il lavoro su noi stessi rispetto a quello sull’avversario. Dobbiamo pensare a come funzionano i meccanismi di gioco dalla nostra parte della rete. Detto ciò, nei prossimi giorni inizieremo a studiare l’avversario. Ortona è una buona squadra, dotata di giocatori molto tecnici quale l’argentino Bruno. Il loro opposto è poi un punto di riferimento».GIOVEDI’ ULTIMO TEST CON VERONA. Giovedì 17 settembre, con inizio alle ore 17.00 al PalaFabris, si svolgerà l’ultimo test amichevole precampionato tra Tonazzo Padova e Calzedonia Verona. Ingresso libero. In quell’occasione sarà inoltre possibile sottoscrivere e ritirare gli abbonamenti alla stagione 2013/14 presso la biglietteria del palasport. Alberto SanaviaUfficio Stampa Tonazzo Padovapallavolopadova.com