Significativo traguardo raggiunto dall’opposto Stefano Giannotti  Quando gli si ricorda che ha superato i 1.000 punti in serie A, quasi stenta a crederci. La crescita di Stefano Giannotti nelle ultime stagioni è stata progressiva, fino alla vera e propria esplosione nel 2013/14. In 3 stagioni di serie A2 e in una stagione e mezza di A1 (ora SuperLega), l’opposto patavino ha raccolto 1.009 punti, di cui 964 in campionato e 45 in Coppa Italia.Qual è il punto che ricordi con maggior piacere?«Ce ne sono stati tanti di importanti per me, ma ricordo molto bene un mio attacco in diagonale salvato da Padura Diaz – nonostante fosse destinato a terminare fuori – in occasione della finale di Coppa Italia della passata stagione. Fu in quel momento che capii che i nostri avversari ci temevano e che potevamo quindi arrivare lontano».Pur se dalla panchina, avevi già avuto modo di confrontarti con la massima serie nel 20011/12. Cosa è cambiato nel gioco da allora?«Sono cambiate tante cose in questi anni. Molte squadre blasonate hanno chiuso i battenti ed è cambiata la strategia organizzativa della SuperLega. Se da un lato il livello di gioco si è oggettivamente abbassato, dall’altro c’è la possibilità di vedere in azione un maggior numero di giovani e di italiani. Penso comunque che quella di adesso sia ancora una fase transitoria e di assetto per tutte le squadre».Completa la frase: se cinque anni fa mi avessero detto che avrei collezionato mille punti in serie A…«…mi sarei messo a ridere! A parte gli scherzi, è un traguardo che fa piacere aver raggiunto, soprattutto perché figlio di tanta gavetta e di allenamenti con tanti campioni con cui ho avuto la fortuna di giocare».Causa Coppa Italia, la Tonazzo tornerà in campo fra poco meno di 10 giorni.«Stiamo sfruttando questo periodo di pausa per ricaricare le pile. Lo sapevamo che sarebbe stata una stagione impegnativa e ora abbiamo davanti quasi un intero girone di ritorno per mettere a frutto tutto quello che abbiamo imparato, non solo dalle vittorie ma anche dalle sconfitte». Alberto SanaviaUfficio Stampa Tonazzo Padovapallavolopadova.com