In quasi due ore e mezzo di gioco i bianconeri mancano l’appuntamento con la vittoria. Baldovin: «bravi a riaprire il match nel quarto set, ma dobbiamo fare meglio di così»

 

 

 

Kioene Padova – Bunge Ravenna 2-3
(24-26, 25-19, 22-25, 32-30, 13-15)

 
Kioene Padova: Polo 13, Nelli 11, Cirovic 16, Volpato 12, Travica 1, Randazzo 30, Balaso (L); Gozzo, Premovic 4, Koprivica. Non entrati: Peslac, Sperandio, Scanferla. Coach: Valerio Baldovin.
Bunge Ravenna: Orduna 2, Poglajen 20, Gerogiev 2, Diamantini 3, Marechal 15, Buchegger 28, Goi (L); Vitelli 5, Raffaelli, Pitolesi, Gutierrez. Non entrati: Mazzone, Marchini (L). Coach: Fabio Soli.
Arbitri: Bartolini-Braico.
Durata: 31’, 27’, 28’, 41’, 20’. Tot. 2h 27’
Spettatori: 2.809.
Incasso: 9.867 Euro.
MVP: Paul Buchegger (Bunge Ravenna).
NOTE. Servizio: Padova errori 22, ace 8; Ravenna errori 20, ace 5. Muro: Padova 5, Ravenna 5. Ricezione: Padova 45% (27% prf), Ravenna 45% (23% prf). Attacco: Padova 55%, Ravenna 54%.
 

Una gara incredibile, infinita, combattuta palla su palla da entrambe le squadre. Questo è quello che rimarrà, a prescindere dal risultato finale. La Bunge Ravenna porta a casa due punti importanti per rimanere aggrappata alla corsa verso i play off, spartendosi il bottino con una Kioene che ha risollevato il match nel quarto set con l’ingresso di un ottimo Premovic e affidandosi nei momenti delicati alla sicurezza del solito Randazzo.
Grande equilibrio nel primo set, che viene interrotto sull’11-8 grazie al break importante al servizio di Randazzo che realizza due ace consecutivi. Gli ospiti trovano la parità sul 17-17 grazie ad un bel mani out ma è Randazzo l’uomo che permette alla Kioene di staccare 23-21. Il finale è sul filo del rasoio: Randazzo trova il 24-23 ma Buchegger ribalta la situazione con l’ace del 24-25. Al ritorno in campo dopo il time out, l’opposto ravennate trova l’altro servizio vincente che chiude il parziale 24-26. Parte bene Padova nel secondo set che si porta avanti 9-6 grazie all’ace di Nelli. La Bunge prova a riavvicinarsi, ma con Cirovic alla battuta i ravvenati soffrono: coach Soli chiama così time out sul 16-11. Nonostante una serie di cambi per gli ospiti, Padova domina in tutti i fondamentali con il 25-19 a firma di Travica. La coppia Randazzo-Polo consente a Padova di andare sul 5-3 all’inizio del terzo set. La Bunge però non molla e con Marechal trova la parità sull’ace che vale il 13-13. Il fallo in attacco di Nelli costringe coach Baldovin al time out sul 14-16. I patavini si riavvicinano con Randazzo (20-21) ma il set ball arriva sul 21-24 a firma di Marechal. A chiudere è il servizio sul nastro di Nelli (22-25). Nel quarto set Volpato porta avanti la Kioene 8-5 ma Ravenna trova ancora un break importante con Poglajen al servizio che mette in difficoltà la ricezione veneta (10-12). Nelli gira a vuoto e coach Baldovin tenta la carta Premovic sul 15-18. Lo stesso neo entrato trova l’ace del 20-20 e si va ai vantaggi. Il finale è ad alta tensione. Sull’azione del 27-28 Padova reclama un tocco del muro ma, avendo finito i video check, l’arbitro assegna il punto agli avversari. Sul 29-29 di Randazzo, Bartolini espelle Randazzo dopo l’esultanza tra le proteste del pubblico. La Kioene non ci sta e con Cirovic e Randazzo chiudono 32-30 dopo 41’ di gioco.
Al tie break sono due attacchi out della Bunge a permettere alla Kioene di andare in panchina sul 6-4. Al cambio campo la Kioene è avanti 8-4 grazie a Polo. Al cambio campo Ravenna lotta con i denti accorciando (9-8). L’attacco out di Cirovic regala il 10-10. L’ace dell’ex Diamantini del 13-14 costringe coach Baldovin a ripararsi in time out. Nel finale la Bunge riesce ad ottimizzare le forze chiudendo il match 13-15 con l’invasione di campo dello staff ravennate.
MINIVOLLEY ALLA KIOENE ARENA. La sfida di Superlega tra Padova e Ravenna è stata preceduta da un concentramento di minivolley a cui hanno preso parte 150 giovanissimi atleti delle seguenti Società: DBA Don Bosco, Dream Volley, Fossò, Pallavolo Massanzago, Pallavolo Tregarofani, Polisportiva Tergola, Polisportiva Vigonovese, Real Padova, Supervolley Piombino, Sant’Ignazio e Volley Pozzonovo.
LA GARA IN TV. La sfida di questa sarà trasmessa su Tv7 News (canale 87 del digitale terrestre) lunedì 22 gennaio alle ore 21.00. Nel corso della settimana, repliche del match su Tv7 Sport (canale 212 del digitale terrestre).
IL 4 FEBBRAIO SI VA A MONZA, DA DOMANI PREVENDITE PER PIACENZA. Domenica 4 febbraio la Kioene Padova affronterà in trasferta la Gi Group Monza(inizio gara ore 18.00, diretta su Rai Sport). Da lunedì 22 gennaio sul sito www.pallavolopadova.com apriranno le prevendite per la sfida contro Wixo LPR Piacenza che si disputerà alla Kioene Arena alle ore 20.30 di mercoledì 7 febbraio.

 
Valerio Baldovin (coach Kioene Padova): “E’ stata una partita giocata su buoni livelli, riuscendo a ribaltare il quarto set quando sembrava compromesso. Aver guadagnato un punto è comunque positivo in chiave play off, anche se dovremo affrontare le prossime sfide ancora meglio di questa sera. La pausa ci servirà per ricaricarci”.
Fabio Soli (coach Bunge Ravenna): “Sono felicissimo di aver vinto questa partita. Oggi le due squadre hanno dimostrato di avere caratteristiche tecniche completamente differenti ma identiche sotto l’aspetto emotivo. Ne è nato un match molto intenso, forse l’ostacolo più grosso che abbiamo affrontato negli ultimi mesi. Una dedica? A tutti i giocatori in campo e a Marco Bonitta”.
 

Alberto Sanavia
Ufficio stampa Kioene Padova
www.pallavolopadova.com