L’ex capitano e bandiera del volley padovano commenta il campionato della squadra di coach Baldovin. Il parallelismo con Travica: «questo è un ambiente ideale per i palleggiatori. La sua esperienza è al massimo»

 

 

«La Kioene gioca la pallavolo più bella»: parola di Marco Meoni. Il giorno successivo alla vittoria in Gara 2 dei quarti play off scudetto Superlega Credem Banca, l’ex capitano bianconero e bandiera del volley padovano commenta il match di ieri e la stagione in corso della squadra veneta. La Kioene Padova mancava all’appuntamento play off da tre stagioni, ma la volta precedente fu nel 2004/05, quando al palleggio c’era Meoni. Allora i bianconeri affrontarono Perugia ai quarti, perdendo per due volte al tie break in trasferta e per 1-3 in casa.
«Quella stagione arrivai a Padova dopo un lungo infortunio – dice Meoni – e quindi c’era grande voglia di riscatto. Avevo 31 anni e per me fu un’annata importante. A Padova trovai il giusto ambiente per giocare con tranquillità».
Proprio ieri Dragan Travica è stato eletto MVP. Dici che c’è un parallelismo tra le vostre carriere?  Il presidente Fabio Cremonese con Marco Meoni nel 2014 a un evento Fipav Padova
«Questa città ha sempre avuto una grande tradizione di palleggiatori. Per una realtà come questa, il fatto di avere un giocatore di capacità e carisma in questo ruolo è fondamentale. Non conosco nel dettaglio la vicenda personale di Travica, ma posso dire che – se trovi il terreno fertile – dai 30 ai 40 anni puoi mettere in campo tutta la tua esperienza. A maggior ragione se come Dragan hai potuto giocare ad altissimo livello in campo internazionale. E’ vero, forse fisicamente paghi qualcosa rispetto ad atleti più “giovani”, ma ciò che puoi dare a livello empatico e caratteriale vale moltissimo. Travica ha dato dimostrazione di essere al massimo della sua esperienza da palleggiatore oltre ad essere un vero uomo squadra. Poi il fatto di giocare nella propria città aiuta ulteriormente…».
Come hai visto la Kioene Padova di questa stagione?
«Ho detto più volte che secondo me Padova sta giocando la pallavolo più bella di questa Superlega. Perché diverte e gioca bene, a prescindere dal risultato finale. E’ una squadra in cui non spicca un singolo atleta, ma tramite la quale il gioco di squadra fa la differenza. Ovviamente a Gara 3 sarà difficilissimo per la Kioene. Trento giocherà nel suo palasport e inoltre stiamo parlando di una formazione maggiormente abituata a disputare sfide “decisive”. Comunque vada a finire, per Padova rimarrà una stagione da ricordare».
SABATO 13 APRILE LA “BELLA”: I TIFOSI SI ORGANIZZANO. Alle ore 18.00 di sabato 13 aprile la Kioene Padova scenderà in campo alla BLM Group Arena per affrontare l’Itas Trentino nella sfida che decreterà l’accesso alla semifinale scudetto (gara in diretta su Rai sport). La vincente di questo match affronterà la Cucine Lube Civitanova, reduce dalla doppia vittoria contro Verona.
I tifosi della Kioene Padova si stanno organizzando per la trasferta trentina. Il costo di biglietto e pullman sarà di 15 euro. Tutti coloro che volessero partecipare possono contattare Marco al numero 327-2578658 o Max al numero 347-4595863.

 
Alberto Sanavia
Ufficio stampa Kioene Padova
www.pallavolopadova.com