Padova avanti 1-2, quanto basta per centrare l’obiettivo. Poi Ravenna s’impone al tie break. Baldovin: «gara strana ma l’obiettivo è stato raggiunto»

 

 

Bunge Ravenna – Kioene Padova 3-2
(25-22, 23-25, 20-25, 25-23, 15-11)

 
Bunge Ravenna: Orduna, Poglajen 5, Georgiev 8, Diamantini 7, Marechal 7, Buchegger 9, Goi (L); Vitelli 3, Raffaelli 11, Pistolesi 1, Gutierrez 19, Marchini (L), Maretti 1. Coach: Fabio Soli.
Kioene Padova: Polo 10, Cirovic 4, Volpato 5, Premovic 8, Travica 5, Randazzo 14, Balaso (L); Nelli 15, Peslac, Gozzo 7, Sperandio 4, Scanferla, Koprivica 4, Bassanello (L). Coach: Valerio Baldovin.
Arbitri: Luciani-Frapiccini.
Durata: 30’, 29’, 29’, 30’, 16’. Tot. 2h 14’
Spettatori: 505.
MVP: Miguel Gutierrez (Bunge Ravenna).
NOTE. Servizio: Ravenna errori 17, ace 7; Padova errori 21, ace 11. Muro: Ravenna 10, Padova 10. Ricezione: Ravenna 38% (25% prf), Padova 42% (18% prf). Attacco: Ravenna 44%, Padova 42%.

 

 

La Kioene strappa il pass per la semifinale di Play Off Challenge UnipolSai. Match finito per 3-2 a favore dei padroni di casa, ma verdetto già emesso al termine del 3° set, quando il servizio sulla rete di Ravenna ha regalato il 19-25 necessario ai patavini per raggiungere l’obiettivo (3-1 il risultato in Gara 1). Grazie a questo risultato, i bianconeri affronteranno la vincente della serie tra Verona e Vibo Valentia. In merito alla gara del Pala De Andrè, ampio spazio a quasi tutti gli effettivi da entrambe le parti, con i bianconeri a trovare in Randazzo e Travica i punti cardine del gioco. Buono anche il contributo di Nelli al servizio, entrato poi in campo al posto di Premovic. Non certo un match che passerà alla storia per intensità di gioco (dopo il terzo set Padova è calata notevolmente), ma una prova comunque concreta nei primi tre set.
LA CRONACA. Subito avanti i veneti che si portano sul 4-6 sfruttando anche due errori in attacco di Marechal e Diamantini. Col passare dei minuti lo schiacciatore francese calibra la mira e la sua pipe vale l’11-11. Sull’errore in attacco di Premovic che vale il provvisorio 14-12, coach Baldovin chiama time out. Sul 20-17 coach Baldovin gioca la carta Nelli al servizio che trova così due ace consecutivi. Il suo servizio consente a Padova di volare sul 20-21. Sul finale Poglajen trova però i due punti necessari per ottenere il set ball (24-22). Sull’azione successiva il video check vede il tocco a muro di Padova sull’attacco dei ravennati che chiude il parziale.
Come ad inizio gara, Padova si porta avanti grazie ad un pregevole muro di Polo (2-5). E’ proprio in questo fondamentale che i bianconeri vanno bene, tanto da portarsi sul 5-9 grazie al block vincente di Volpato. Ancora una volta però la Bunge non molla e con Diamantini insidioso al servizio i padroni di casa si portano sul 14-15. Sul 16-18 coach Soli lascia spazio a Pistolesi e Gutierrez mettendo a riposo Orduna e Buchegger. La Kioene però ha difficoltà in ricezione e coach Baldovin sostituisce Cirovic con Koprivica. I due errori consecutivi di Premovic complicano le cose e sul 22-22 coach Baldovin chiede pausa. Al rientro in campo Randazzo trova l’ace che vale il 22-24 e a chiudere è la diagonale di Koprivica (23-25).
Nel terzo set Padova mantiene in campo Koprivica con Nelli al posto di Premovic ed è l’opposto di Lucca a realizzare il 6-6. In casa Bunge spazio agli altri effettivi, con Polo ad allungare 12-14. Sperandio (subentrato a Volpato) e Nelli allungano 14-19 dando il via ad un monologo patavino che si chiude sul 19-25 col servizio sulla rete dei padroni di casa. Il quarto parziale comincia con una scena tra il comico e il miracoloso: il neo entrato Bassanello difende un attacco di spalla e la sfera rimbalza in campo dalla parte opposta trovando il punto del momentaneo 1-4. Spazio anche a Gozzo, che raccoglie il punto del 4-7. Nelli illude i patavini con il doppio ace del 16-20, ma col passare dei minuti i bianconeri calano e Gutierrez ne approfitta per chiudere con l’ace del 25-23.
Il quinto e ultimo parziale vede i bianconeri molto fallosi in attacco, tanto da andare al cambio campo sull’8-6. Gutierrez si esalta ed è lui a trascinare la squadra verso il 15-11 finale col servizio out di Nelli.
DOMENICA 15 APRILE ALLA KIOENE ARENA. La Kioene Padova tornerà di scena alla Kioene Arena alle ore 18.00 di domenica 25 aprile per Gara 1 di semifinale play off Challenge UnipolSai. I bianconeri affronteranno la vincente dei quarti tra Verona e Vibo Valentia. Gara 2 si disputerà in trasferta alle ore 20.30 di sabato 21 aprile. I dettagli per l’acquisto dei biglietti per la sfida del 15 aprile saranno comunicati nei prossimi giorni.
LA GARA IN TV. La sfida di oggi sarà trasmessa lunedì 9 aprile, alle ore 21.00 su Tv7 News (canale 87 del digitale terrestre). Repliche per tutta la settimana anche su Tv7 Sport (canale 212). Per vedere la programmazione televisiva completa, visitate la sezione “TV e streaming” sul sito www.pallavolopadova.com.

 
Valerio Baldovin (coach Kioene Padova): “Il nostro obiettivo era quello di accedere alla semifinale e ci siamo riusciti. Questo ci consentirà di disputare altri due match di livello ed è un elemento importante per il gruppo. Abbiamo fatto buone cose al servizio anche se non con tutti gli effettivi, soffrendo un po’ in ricezione nella loro battuta flottante. E’ stata una gara strana perché i giocatori sono cambiati nel corso del match ma è stata anche l’occasione per dare l’opportunità a tutti i giocatori di scendere in campo”.
Nicolò Bassanello (libero Kioene Padova): “Peccato per non aver ottenuto la vittoria, ma credo che ognuno di noi sia sceso in cambio per fare del proprio meglio. Adesso pensiamo a prepararci per la sfida di domenica prossima in attesa di capire chi dovremo affrontare. Il mio punto di spalla? L’ho realizzato con quella che non si era infortunata, è stato un colpo di puro istinto”
 

 

Alberto Sanavia
Ufficio stampa Kioene Padova
www.pallavolopadova.com