3-0 per Modena, ma qualche rammarico per i bianconeri per non essere riusciti a riaprire il match. Cuttini: «giocati due set su tre allo stesso livello, poi i loro campioni hanno fatto la differenza»

 

 


Leo Shoes Modena – Kioene Padova 3-0
(25-23, 25-17, 30-28)

 


Leo Shoes Modena
: Petric 9, Stankovic 6, Christenson 11, Karlitzek 14, Vettori 14, Mazzone 6, Grebennikov (L); Rinaldi, Porro, Lavia. Non entrati: Estrada Mazorra, Sanguinetti, Bossi. Coach: Andrea Giani.
Kioene Padova: Stern 13, Vitelli 6, Shoji, Volpato 7, Bottolo 9, Wlodarczyk 8, Danani (L); Merlo 1, Milan 1. Non entrati: Ferrato, Canella, Guzzo, Fusaro, Gottardo (L). Coach: Jacopo Cuttini.
Arbitri: Frapiccini-Piana.
Durata:  29’, 24’, 35’. Tot. 1h 28’
MVP: Micah Christenson
NOTE. Servizio: Modena errori 17, ace 11; Padova errori 15, ace 4. Muro: Modena 6, Padova 9. Ricezione: Modena 48% (19% prf), Padova 40% (18% prf). Attacco: Modena 51%, Padova 43%.

 

 

Trasferta amara per la Kioene Padova, che cede per 3-0 al PalaPanini nell’anticipo della 7° giornata di ritorno del campionato di SuperLega. Un vero peccato per i bianconeri, che sia nel primo che nel terzo set hanno avuto l’occasione di poter chiudere. La Leo Shoes è stata però più incisiva al servizio (11 ace contro i 4 di Padova), trovando un Karlitzek in buona serata ma soprattutto un Christenson capace di realizzare 11 punti, trascinando la propria squadra nei momenti chiave.
LA CRONACA. Parte bene la Kioene Padova, che con i colpi di Wlodarczyk e il muro di Volpato si porta sul 4-7. Sfruttando anche qualche imprecisione dei padroni di casa, i veneti mantengono il vantaggio con Bottolo a mettere a terra la diagonale del 10-14. La Leo Shoes agguanta la parità sul 17-17, quando il muro di Petric su Stern costringe coach Cuttini a chiedere il primo time out discrezionale. Padova paga l’imprecisione al servizio e Karlitzek trova il set ball sull’attacco del 24-23. Sulla successiva azione, un doppio tocco di Wlodarczyk regala il primo set ai modenesi.
Karlitzek inizia fortissimo nel secondo set, con Modena ad allungare sul 6-3. I bianconeri però reagiscono subito e il muro di Volpato su Vettori riporta equilibrio (7-7). Petric picchia al servizio (13-8) e coach Cuttini manda in campo Milan per Bottolo al fine di dare maggiore aiuto alla ricezione. Lo schiacciatore tedesco degli emiliani però sembra inarrestabile e il suo ace allunga ulteriormente (20-12). A mandare le squadre al cambio campo è il primo tempo vincente di Mazzone per il 25-17.
Con Bottolo nuovamente in campo, Padova combatte nel terzo set, con lo schiacciatore bianconero a murare Petric (10-11). Coach Giani chiama time out sull’ace del 16-18 a firma di Wlodarczyk e la Kioene ci crede. Il set ball arriva sul colpo di Stern (22-24) ma la Leo Shoes ristabilisce la parità e manda tutto ai vantaggi. Petric agguanta il match ball per Modena e l’attacco out di Bottolo chiude set e partita (30-28).
LA GARA IN TV.
La sfida di questa sera sarà trasmessa lunedì 16 novembre alle ore 21.00 su Tv7 News (canale 87 del digitale terrestre). Repliche per tutta la settimana anche su Tv7 Sport (canale 212). Per vedere la programmazione televisiva completa, visitare la sezione “TV e streaming” del sito www.pallavolopadova.com.
DOMENICA A VERONA
. Il prossimo appuntamento è fissato per domenica 22 novembre per la sfida fuori casa tra NBV Verona e Kioene Padova (inizio gara ore 19.30, diretta Eleven Sport), valida per l’ultima giornata di andata del campionato di SuperLega. Eventuali variazioni di calendario saranno comunicate attraverso i canali ufficiali della Società bianconera.

 
Marco Vitelli (Kioene Padova): “In allenamento stiamo cercando di migliorare al fine di poter affrontare meglio i momenti decisivi, dove i nostri avversari stasera sono stati più bravi di noi. Al servizio dobbiamo continuare a tirare forte, perché è il solo modo per poter competere a questi livelli. Modena ha avuto una grandissima ricezione e questo di sicuro non ci ha aiutato. Noi però abbiamo bisogno di continuità e solo giocando potremo fare un salto di qualità”.
Jacopo Cuttini (coach Kioene Padova): “Ce la siamo giocata contro una squadra di grande valore come Modena, disputando due set su tre alla pari con loro. E’ vero, è un peccato perché potevamo portare a casa almeno un set, ma è mancata la zampata decisiva, quella che loro hanno avuto grazie anche a dei  campioni che stasera hanno fatto la differenza. Dobbiamo lavorare sui meccanismi di gioco per mettere il nostro avversario in difficoltà, dato che sappiamo che spesso vi è un gap tecnico che dobbiamo colmare. Anche stasera i nostri ragazzi hanno dato il massimo, rientrando in campo con grinta dopo un secondo set ampiamente gestito da Modena”.

 
Alberto Sanavia
Ufficio stampa Kioene Padova
www.pallavolopadova.com