Nuovo spazio espositivo permanente nella casa della pallavolo padovana. Una testimonianza del passato per tutti gli amanti dello sport in occasione dei 50 anni dalla nascita del volley bianconero

 

 

 

Da oggi la casa della pallavolo padovana si arricchisce del racconto del volley in città. In occasione dei 50 anni della nascita della pallavolo a Padova (1970-2020), la Kioene Arena caratterizza alcuni spazi con degli allestimenti che consentiranno ai tifosi di poter rivivere le emozioni di una delle squadre più longeve del volley italiano. Uno spazio espositivo permanente sarà la testimonianza Spazio espositivo permanente alla Kioene Arena 04del lavoro svolto in questo mezzo secolo di vita, nel quale ogni visitatore potrà rivedere o conoscere l’attività che ha portato la Kioene Padova ad essere oggi – insieme a Modena – uno dei punti di riferimento di questa disciplina su tutto il territorio nazionale. Ciò è stato possibile grazie al prezioso lavoro grafico svolto dall’agenzia Gusella Adv e dalla tipografia Toffanin, che ha fisicamente realizzato il prodotto finale che tutti potranno ammirare. Un segnale importante e di speranza per il futuro, che giunge in un momento certamente non facile a causa dell’epidemia da Covid-19 a cui tutto il mondo sta cercando di reagire. Una volta che la Kioene Arena potrà aprire nuovamente le porte al pubblico, tutti gli amanti dello sport avranno modo di trovare questo luogo ancora più ricco ma, soprattutto, di riconoscerlo ancor di più come la propria “casa”. La realizzazione dei contenuti e il reperimento di foto, testimonianze e cronache si deve soprattutto a Massimo Salmaso, storico giornalista del Gazzettino di Padova e amico della Società bianconera, che nel corso dei tanti anni di servizio dedicati alla pallavolo padovana, è riuscito a ricreare l’atmosfera degna di un cammino così importante e vivo nel ricordo di tutti gli appassionati. Spazio espositivo permanente alla Kioene Arena 02
«Seguo questa squadra dal 1978, i tempi del Petrarca – dice Salmaso – prima come tifoso, poi come addetto stampa e dal 1987 come giornalista. Aprire i miei archivi e dare loro un senso è stato un onore, ma anche un’emozione forte che mi ha fatto ripercorrere gran parte della mia vita. Questa Società rappresenta uno dei pilastri della pallavolo italiana e non solo per il numero di campionati giocati in serie A. In questo mezzo secolo la storia di questa squadra è diventata tradizione, stile, cultura pallavolistica. Rivedere tanti volti di atleti, allenatori e dirigenti che hanno scritto le pagine di questi 50 anni, ricorderà a tutti quante eccellenze mondiali siano passate per Padova e quanto la nostra città sia stata importante per ognuno di loro. Sarà un viaggio nella nostra memoria e nelle emozioni che questa squadra ha regalato e continua a regalare a tutti i tifosi bianconeri».
Questa personalizzazione è un ulteriore tassello che si aggiunge ad un percorso di valorizzazione della storia del volley padovano, iniziato già dallo scorso mese di aprile. Oltre alla nascita di un marchio celebrativo, in tutto questo tempo i canali social della Kioene Padova hanno pubblicato immagini dei momenti più significativi dal 1970 ad oggi, regalando ai tifosi anche testimonianze video dei giocatori che sono stati protagonisti della storia. Un itinerario che proseguirà ancora e che si arricchirà costantemente di momenti indelebili da condividere insieme. Per guardare al futuro con nuovi stimoli, orgogliosi del proprio passato.

 

 

 

Alberto Sanavia
Ufficio stampa Kioene Padova
www.pallavolopadova.com