Il secondo palleggiatore bianconero è ora impegnato nel campionato italiano assoluto di beach volley. «Felice di restare qui, grande fiducia reciproca con il coach. Hernandez? E’ il mio opposto ideale»

 

 

Sarà ancora Francesco Cottarelli il vice di Dragan Travica per la stagione 2019/20. Nato a Legnago (VR) il 16 ottobre 1996, Cottarelli muove i primi passi nel settore giovanile del Blu Volley Verona. Dopo un’esperienza a Isola della Scala in serie B2, dal 2015/16 passa in Superlega con la maglia di Piacenza disputando lì tre stagioni consecutive. Nel 2018/19 approda alla Kioene Padova, adattandosi da subito all’ambiente bianconero. «Fin dal primo giorno si è respirato un ottimo clima – dice Cottarelli – e l’affiatamento del gruppo è cresciuto giorno dopo giorno. Allenarmi al fianco di Travica inoltre è stato molto importante, sia sotto il profilo tecnico che umano. Poi si è instaurato un rapporto di stima reciproca con coach Baldovin e sono davvero felice di poter proseguire la mia avventura con una squadra che ha mantenuto diversi giocatori della scorsa stagione».
Inoltre troverai di nuovo Hernandez. Che tipo di giocatore è? Francesco Cottarelli
«Per me è l’opposto ideale. Giocammo insieme a Piacenza e ricordo la sua potenza in attacco e al servizio. E’ un giocatore che chiama la palla nei momenti decisivi, la grinta di certo non gli manca. Sarà bello tornare a lavorare con lui».
Per te l’estate vuol dire anche beach volley…
«Sì, in realtà non mi sono mai fermato. Anche quest’anno partecipo al campionato italiano assoluto di beach volley e dopo le tappe di Milano e Cesenatico spero di proseguire il più possibile. Il beach volley è una grande passione e questo mi aiuta a tenermi in forma in vista dell’inizio della nuova stagione di Superlega. Credo che il prossimo campionato sarà ancora più impegnativo del precedente, ma per noi giocatori è un grande stimolo a voler migliorare ulteriormente».

 
Alberto Sanavia
Ufficio stampa Kioene Padova
www.pallavolopadova.com