Vittoria al tie break contro Monza in oltre 2 ore di match. Giannotti eletto MVP: «dedica a squadra, Società e tifosi»  Tonazzo Padova – Vero Volley Monza 3-2(26-24; 22-25; 19-25; 25-21; 23-21) Tonazzo Padova: Vedovotto 19, Orduna 3, Giannotti 29, Rosso 14, Volpato 12, Paoli 1, Balaso (L); Mattei 4, Garghella. Non entrati: Gozzo, Groppi, Casaro. Coach: Valerio Baldovin.Vero Volley Monza: Elia 8, Bonetti 10, Tiberti 3, Padura Diaz 37, Botto 17, Cozzi 3, Pieri (L); Preval, Vigil Gonzalez 4, Puliti 5, Krumins 1. Non entrati: Procopio (L), Olivati. Coach: Oreste Vacondio.Arbitri: Ravallese-Longo.Durata: 28’, 25’, 28’, 28’, 34’. Tot. 2h 23’. Finale di Del Monte Coppa Italia di Serie A2 tra Tonazzo Padova e i padroni di casa del Vero Volley Monza. I patavini, reduci dalla vittoria in semifinale contro la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora per 3-0, affrontano una delle squadre più temibili della stagione in diretta su Rai Sport 1.I bianconeri scendono in campo con Orduna al palleggio, Rosso e Vedovotto in banda, la coppia Volpato-Paoli al centro, Giannotti opposto, Balaso libero. Intenso avvio di gara per le due squadre, con Padova che sfrutta un paio di errori di Botto per portarsi sul 5-3. I colpi di Padura Diaz però sono implacabili ed è suo il colpo del sorpasso (6-7). E’ un bellissimo testa a testa, che si sconclude col primo time out tecnico a favore di Padova dopo la difesa imprecisa di Tiberti che vale il provvisorio 12-10. Al ritorno in campo, altro ribaltamento di fronte, con l’attacco di Giannotti che si spegne out (13-14). Monza vola sul 15-17 con il primo tempo di Elia che costringe coach Baldovin a chiamare il suo primo time out discrezionale. L’ingresso di Mattei al servizio è importante per permettere ai bianconeri di agguantare la parità: con la sua battuta la ricezione di Monza vacilla e Vedovotto ne approfitta (21-21). La mossa sortisce ottimi frutti e il muro su Padura Diaz regala il 23-21 alla Tonazzo. Coach Vacondio si ripara per la seconda volta in time out. E’ancora il muro di Volpato a regalare il primo set ball a Padova sul 24-21. Monza però non molla e rosicchia due punti importanti costringendo ancora Baldovin a chiedere pausa sul 24-23. L’attacco vincente di Botto costringe il set ai vantaggi. A risolvere la situazione è Giannotti con l’ace del 26-24.Il secondo set è all’insegna del muro patavino: i bianconeri sfruttano egregiamente questo fondamentale per portarsi sul 5-2. Il Vero Volley però è caparbio e pian piano costruisce il recupero anche se Giannotti tiene staccati (8-6). Padova cerca di sbagliare il meno possibile e l’attacco vincente di Vedovotto regala a Padova il time out tecnico sul 12-9. Grande la reazione di Tiberti & C., con Padura Diaz che conquista il 14-15 con time out richiesto da Baldovin. Questa volta sono i padroni di casa a condurre, con Rosso sugli scudi in casa Tonazzo (21-22). Sul muro successivo dei monzesi, coach Baldovin chiede pausa. Il primo set ball è firmato da Padura Diaz sul 22-24 ed è proprio l’opposto di casa a chiudere con il lungo linea del 22-25.Il terzo set è in linea con i precedenti, con Padura Diaz a sostenere il peso dell’attacco in casa Monza e con Padova che gioca molto su Rosso e Giannotti (7-7). Si prosegue con intensità per ogni azione e al time out tecnico è la Vero Volley ad essere in vantaggio con l’attacco finito oltre la linea di fondo campo da parte di Giannotti. Con Volpato al servizio, Padova trova la parità con l’ace del 13-13. Nel frattempo entra in campo Garghella al posto di uno stanco Rosso e sul 16-17 coach Baldovin chiama time out. Padova fatica molto in ricezione e la Vero Volley ne approfitta per portarsi pericolosamente sul 18-20 con il tecnico di Padova a chiedere ancora pausa di gioco. I monzesi sono mentalmente più freschi e la tegola del 19-23 arriva con l’ace di Padura Diaz che mette una seria ipoteca sul set. E’ ancora lui – sempre al servizio – a trovare il set ball successivo. Volpato manda fuori il primo tempo del 19-25 e per Padova la strada è in salita.Nelle prime battute del quarto set Orduna cerca molto Volpato che ripaga bene (3-1). Pochi minuti bastano al Vero Volley per riagguantare i veneti col muro di Botto su Giannotti (4-4). E’ un punto a punto entusiasmante, anche se la Tonazzo spreca il vantaggio sparando poi fuori l’attacco di Vedovotto (9-10). Giannotti mette la quinta al servizio e al time out tecnico la Tonazzo è avanti 12-11. Il colpo di Orduna vale il 14-12: Monza è in un momento di flessione e Padova ne deve approfittare. Il servizio di Padura sulla rete vale il 17-13. La Tonazzo però spreca malamente questo break positivo, facendosi recuperare sul 17-16 con due errori dei bianconeri che portano Baldovin a chiedere pausa. Giannotti sfodera colpi preziosi e sul 22-19 è coach Vacondio a richiamare i suoi ragazzi in panchina. E’ l’opposto patavino a fare la differenza nel finale e il 25-21 è opera sua.Al tie break Padura Diaz mette subito la firma sui primi due punti (0-2). Sull’1-4 coach Baldovin chiede time out, con i monzesi sostenuti a gran voce dal pubblico di casa. La tensione è lampante e si va al cambio campo con Padova avanti di appena un punto (8-7). Al ritorno in campo la tensione si trasforma in errori e cartellini rossi da una parte e dall’altra, con Monza che si porta avanti 10-11 con Krumins al servizio. Il primo match ball arriva sul 13-14 con l’attacco vincente di Padura Diaz. Si va ai vantaggi e sul 20-19 arriva il time out di coach Vacondio. Padova però ci crede di più e chiude Mattei a muro su attacco di Bonetti per il 23-21 finale. Padova vince la Coppa Italia! Fabio Cremonese (presidente Tonazzo Padova): « Non mi aspettavo una cosa del genere, questa Coppa ha un grande significato per noi dopo la vittoria del campionato Under 14 della passata stagione. Applausi a tutta la squadra e a tutta la Società. La dedica mia personale va al direttore sportivo Stefano Santuz, perché è grazie a lui se la Padova di oggi è quella che tutti stiamo vedendo».Mattia Rosso (Tonazzo Padova): «E’ stata un’agonia! Una vittoria che va dedicata a tutti noi. Monza non ha mollato e sono stati bravissimi. Noi ad un certo punto sembravamo finiti, ma come sempre abbiamo tirato fuori gli artigli. Ci meritavamo una gioia del genere. Tre aggettivi per questa squadra? Immortali, tignosi e con due palle così!»Stefano Giannotti (Tonazzo Padova): «Di sicuro ad inizio stagione non mi sarei minimamente aspettato di alzare la Coppa Italia e di vincere il premio di MVP. La squadra ha lavorato bene, la Società ci è sempre stata vicina e i tifosi anche oggi ci hanno sostenuto al PalaIper: è a tutti questi che dedico la vittoria di oggi»Valerio Baldovin: «Quest’anno abbiamo vinto molte gare, ma questa vittoria ha un sapore speciale perché ci ha portato una Coppa. Ora festeggiamo e da martedì torneremo sotto col lavoro in palestra perché ci attende la sfida di campionato con Brolo. Ringrazio tutti coloro che in questi anni hanno creduto nel mio lavoro. Questo premio lo condivido con i miei ragazzi. Anche se avessimo perso, sono orgoglioso di come sono scesi in campo e di come lavorano ogni giorno al PalaFabris».Alberto SanaviaUfficio Stampa Tonazzo Padovapallavolopadova.com